BALDYCH ADAM :  BRIDGES  (ACT)

Il virtuosismo del violinista polacco Adam Baldych gli permette di superare con sorprendente facilitÓ ogni limite: i confini del suo strumento, le barriere tra i generi, la distinzione tra composizione e improvvisazione. Baldych Ŕ un musicista virtuoso e in grado di regalare grandi emozioni (Fono Forum), che usa la tradizione come punto di partenza per nuove e sperimentali avventure al di lÓ del jazz. Baldych Ŕ nato nel 1986. Dopo un lungo soggiorno negli Stati Uniti, dove ha proseguito gli studi presso il rinomato Berklee College di Boston, e poi a New York, non Ŕ passato molto tempo prima del suo successo internazionale. Il nuovo album di Adam Baldych Bridges, non fa che confermare le aspettative su questo giovane talento. In Bridges Baldych suona con il pianista norvegese Helge Lien e il suo trio. Ho ascoltato i suoi ultimi due album con grande interesse, spiega Baldych. Il produttore Siggi Loch mi aveva dato un loro disco, e sono rimasto impressionato dal modo in cui questo trio fa musica insieme. Ero alla ricerca di un trio con pianoforte che avrebbe suonato le mie composizioni in un modo particolare, che potesse unire due personalitÓ musicali, la mia e quella del pianista. Helge Lien ha dimostrato di essere la scelta ideale per questo progetto.
BALDYCH ADAM
BRIDGES
ACT - CD: ACT 95912
Il virtuosismo del violinista polacco Adam Baldych gli permette di superare con sorprendente facilitÓ ogni limite: i confini del suo strumento, le barriere tra i generi, la distinzione tra composizione e improvvisazione. Baldych Ŕ un musicista "virtuoso e in grado di regalare grandi emozioni" (Fono Forum), che usa la tradizione come punto di partenza per nuove e sperimentali avventure al di lÓ del jazz. Baldych Ŕ nato nel 1986. Dopo un lungo soggiorno negli Stati Uniti, dove ha proseguito gli studi presso il rinomato Berklee College di Boston, e poi a New York, non Ŕ passato molto tempo prima del suo successo internazionale. Il nuovo album di Adam Baldych "Bridges", non fa che confermare le aspettative su questo giovane talento. In "Bridges" Baldych suona con il pianista norvegese Helge Lien e il suo trio. "Ho ascoltato i suoi ultimi due album con grande interesse", spiega Baldych. "Il produttore Siggi Loch mi aveva dato un loro disco, e sono rimasto impressionato dal modo in cui questo trio fa musica insieme. Ero alla ricerca di un trio con pianoforte che avrebbe suonato le mie composizioni in un modo particolare, che potesse unire due personalitÓ musicali, la mia e quella del pianista". Helge Lien ha dimostrato di essere la scelta ideale per questo progetto.
anche disponibiliemissione del 31 Agosto 2015