CAMMARIERE SERGIO :  IO  (PARCO DELLA MUSICA)

A due anni dall’ultimo lavoro, Sergio Cammariere torna con il nuovo album “Io”. Un disco chiaro nelle intenzioni sin dal titolo: nelle 12 tracce c’è tutto il mondo musicale del cantautore e pianista jazz crotonese, capace di combinare in perfetto equilibrio tradizione cantautorale italiana, contaminazioni di ritmi latini e sudamericani e un’anima jazz che da sempre è l’impronta riconoscibile di ogni sua composizione. Cammariere rilegge con rinnovato estro e la consueta passione alcuni tra i brani più amati del suo repertorio – “Tempo perduto”, “Via da questo mare”, “Tutto quello che un uomo”, “Dalla pace del mare lontano”, “L’amore non si spiega”, “Cantautore piccolino” e regala nuove emozioni con gli inediti che completano la tracklist, frutto di una ricerca musicale in continua evoluzione. Dall’eleganza espressiva di “Chi sei”, al calore e la suggestione del piano solo in “Ti penserò”, ai ritmi trascinanti di “La giusta cosa”, fino a “Sila”, brano in solo piano in cui la sensibilità dell’artista pervade ogni nota insieme all’amore per la sua terra. Ad arricchire ulteriormente il disco due sorprendenti duetti: con Gino Paoli in “Cyranò”, brano di straordinaria intensità in cui la poesia dei versi di Paoli si unisce alla maestria compositiva di Cammariere, e con Chiara Civello, tra le voci più affascinanti del panorama jazz contemporaneo, sui ritmi brasiliani di “Con te o senza te”. “Io” è stato registrato tra la Casa del Jazz e l’Auditorium Parco della Musica di Roma. Ad affiancare Cammariere i musicisti suoi compagni di viaggio in ogni album e in concerto: Fabrizio Bosso, Luca Bulgarelli, Amedeo Ariano, Bruno Marcozzi; nel disco hanno suonato anche Roberto Taufic, Paulo La Rosa, Ousmani Diaz, Marcello Surace, Francesco Puglisi. L’album è prodotto da Giandomenico Ciaramella, Sergio Cammariere e Aldo Mercurio; la produzione artistica e gli arrangiamenti sono di Sergio Cammariere mentre quelli dell’orchestra e della sezione fiati sono stati curati dal M° Paolo Silvestri ad esclusione dei brani “Tutto quello che un uomo” e “L’amore non si spiega” arrangiati dal M° Peppe Vessicchio.
CAMMARIERE SERGIO
IO
PARCO DELLA MUSICA - CD: MPRCD 81
A due anni dall’ultimo lavoro, Sergio Cammariere torna con il nuovo album “Io”. Un disco chiaro nelle intenzioni sin dal titolo: nelle 12 tracce c’è tutto il mondo musicale del cantautore e pianista jazz crotonese, capace di combinare in perfetto equilibrio tradizione cantautorale italiana, contaminazioni di ritmi latini e sudamericani e un’anima jazz che da sempre è l’impronta riconoscibile di ogni sua composizione. Cammariere rilegge con rinnovato estro e la consueta passione alcuni tra i brani più amati del suo repertorio – “Tempo perduto”, “Via da questo mare”, “Tutto quello che un uomo”, “Dalla pace del mare lontano”, “L’amore non si spiega”, “Cantautore piccolino” e regala nuove emozioni con gli inediti che completano la tracklist, frutto di una ricerca musicale in continua evoluzione. Dall’eleganza espressiva di “Chi sei”, al calore e la suggestione del piano solo in “Ti penserò”, ai ritmi trascinanti di “La giusta cosa”, fino a “Sila”, brano in solo piano in cui la sensibilità dell’artista pervade ogni nota insieme all’amore per la sua terra. Ad arricchire ulteriormente il disco due sorprendenti duetti: con Gino Paoli in “Cyranò”, brano di straordinaria intensità in cui la poesia dei versi di Paoli si unisce alla maestria compositiva di Cammariere, e con Chiara Civello, tra le voci più affascinanti del panorama jazz contemporaneo, sui ritmi brasiliani di “Con te o senza te”. “Io” è stato registrato tra la Casa del Jazz e l’Auditorium Parco della Musica di Roma. Ad affiancare Cammariere i musicisti suoi compagni di viaggio in ogni album e in concerto: Fabrizio Bosso, Luca Bulgarelli, Amedeo Ariano, Bruno Marcozzi; nel disco hanno suonato anche Roberto Taufic, Paulo La Rosa, Ousmani Diaz, Marcello Surace, Francesco Puglisi. L’album è prodotto da Giandomenico Ciaramella, Sergio Cammariere e Aldo Mercurio; la produzione artistica e gli arrangiamenti sono di Sergio Cammariere mentre quelli dell’orchestra e della sezione fiati sono stati curati dal M° Paolo Silvestri ad esclusione dei brani “Tutto quello che un uomo” e “L’amore non si spiega” arrangiati dal M° Peppe Vessicchio.
anche disponibiliemissione del 28 Novembre 2016