MINGARDI ANDREA :  HO VISTO COSE CHE  (INCIPIT)

Quando si decide di pubblicare un nuovo disco al di là della gioia di fare musica prima o dopo nell'aria arriva sempre la madre di tutte le domande: c'era proprio bisogno di queste nuove canzoni ? Personalmente durante la mia lunga e fortunata carriera ho visto e sentito di tutto e ho superato da mo' il problema di dover lasciare mediante nuovi lavori i famosi messaggi cantautorali che tutti chiedevano per contratto. Che messaggio vuoi lasciare? E che cazzo ne so! Ma di una cosa sono certo: ascoltando il vigente pop radiofonico, mi sono accorto che tutti i generi che da ragazzo mi hanno preso il cuore e spinto a buttarmi nel mondo della musica sono rari o assenti. Come non contassero più. E invece contano nella mia storia e... nella storia. Così, seduto sull'immaginario cornicione della mia età e di un percorso pieno di passioni, mi volto indietro, guardo all'oggi e penso a cosa sarà domani. Ragionando e conscio che nulla di ciò che mi ha fatto innamorare è stato rimpiazzato o superato, le cose mi sono venute fuori dalla pancia con la stessa testarda e ignorante energia di tanto tempo fa e con la presunzione che ci sia ancora tanto da dire. (Andrea Mingardi)
MINGARDI ANDREA
HO VISTO COSE CHE
INCIPIT - CD: INC 257
"Quando si decide di pubblicare un nuovo disco al di là della gioia di fare musica prima o dopo nell'aria arriva sempre la madre di tutte le domande: c'era proprio bisogno di queste nuove canzoni ? Personalmente durante la mia lunga e fortunata carriera ho visto e sentito di tutto e ho superato da mo' il problema di dover lasciare mediante nuovi lavori i famosi messaggi cantautorali che tutti chiedevano per contratto. Che messaggio vuoi lasciare? E che cazzo ne so! Ma di una cosa sono certo: ascoltando il vigente pop radiofonico, mi sono accorto che tutti i generi che da ragazzo mi hanno preso il cuore e spinto a buttarmi nel mondo della musica sono rari o assenti. Come non contassero più. E invece contano nella mia storia e... nella storia. Così, seduto sull'immaginario cornicione della mia età e di un percorso pieno di passioni, mi volto indietro, guardo all'oggi e penso a cosa sarà domani. Ragionando e conscio che nulla di ciò che mi ha fatto innamorare è stato rimpiazzato o superato, le cose mi sono venute fuori dalla pancia con la stessa testarda e ignorante energia di tanto tempo fa e con la presunzione che ci sia ancora tanto da dire". (Andrea Mingardi)
anche disponibiliemissione del 21 Maggio 2018