GALOSI MELISSA :  GAMES  (COL-LEGNO)

Con il suo album di debutto Games, la talentuosa pianista italiana Melissa Galosi inaugura la nuova serie di casa Col-Legno chiamata III Edition. Nel suo progetto Galosi affronta un aspetto particolare della personalitÓ artistica di due importanti compositori: la gioia di suonare dell'austriaco Wolfgang Amadeus Mozart (1756-1791) e dell'ungherese Gyorgy Kurtag (1926). L'opera Jatekok di Gyorgy Kurtag, in inglese Games, Ŕ un medley di brani che analizzano l'arguzia creativa che si cela nei giochi dei bambini. Il compositore ungherese l'ha definita un'opera suggerita dal bambino che si dimentica di se stesso mentre suona; quel bambino per il quale lo strumento Ŕ ancora un gioco. Galosi mette a confronto il lavoro di Kurtag con 3 delle maggiori variazioni di Mozart, opere che enfatizzano il carattere giocoso del compositore di Salisburgo e che, insieme all'opera del maestro ungherese, promettono un'affascinante esplorazione della gioia creativa. Games Ŕ stato registrato utilizzando uno Steinway a coda appartenente alla collezione di Roberto Valli, con la gentile collaborazione dell'associazione Perpianosolo.
GALOSI MELISSA
GAMES
COL-LEGNO - CD: CL3 15001
Con il suo album di debutto "Games", la talentuosa pianista italiana Melissa Galosi inaugura la nuova serie di casa Col-Legno chiamata "III Edition". Nel suo progetto Galosi affronta un aspetto particolare della personalitÓ artistica di due importanti compositori: la gioia di suonare dell'austriaco Wolfgang Amadeus Mozart (1756-1791) e dell'ungherese Gyorgy Kurtag (1926). L'opera "Jatekok" di Gyorgy Kurtag, in inglese "Games", Ŕ un medley di brani che analizzano l'arguzia creativa che si cela nei giochi dei bambini. Il compositore ungherese l'ha definita un'opera "suggerita dal bambino che si dimentica di se stesso mentre suona; quel bambino per il quale lo strumento Ŕ ancora un gioco". Galosi mette a confronto il lavoro di Kurtag con 3 delle maggiori variazioni di Mozart, opere che enfatizzano il carattere giocoso del compositore di Salisburgo e che, insieme all'opera del maestro ungherese, promettono un'affascinante esplorazione della gioia creativa. "Games" Ŕ stato registrato utilizzando uno Steinway a coda appartenente alla collezione di Roberto Valli, con la gentile collaborazione dell'associazione Perpianosolo.
anche disponibiliemissione del 20 Gennaio 2020