BLACK MARY :  NO FRONTIERS  (PURE PLEASURE)

Il disco No Frontiers del 1989 di Mary Black Ŕ a dir poco un capolavoro e, insieme al suo follow-up Babes in the Wood del '91, Ŕ stato registrato dalla cantante irlandese quando era all'apice della sua carriera. L'album Ŕ stato per ben 56 settimane in vetta alle classifiche musicali irlandesi ed ha fatto guadagnare all'artista una visibilitÓ internazionale. La canzone No Frontiers di Jimmy MacCarthy Ŕ diventata una sorta di classico irlandese, mentre Past the Point of Rescue di Mick Hanly Ŕ stato definito dal cantante folk americano Hal Ketchum un enorme successo country nel 1991. Entrambe le canzoni sono superbe e le interpretazioni di Mary Black sono assolutamente straordinarie. Carolina Rua di Thom Moore e Vanities di Noel Brazil sono pezzi molto famosi, ma sono il pi¨ oscuro Columbus e l'affascinante Fat Valley of Pain, entrambi di Brazil, che davvero mostrano tutta la profonditÓ del disco. No Frontiers Ŕ un'ottima introduzione alla musica di Mary Black, il giusto mix di folk e contemporaneo ed uno dei migliori album irlandesi degli anni '80.
BLACK MARY
NO FRONTIERS
PURE PLEASURE - Vinile: PP 16
Il disco "No Frontiers" del 1989 di Mary Black Ŕ a dir poco un capolavoro e, insieme al suo follow-up "Babes in the Wood" del '91, Ŕ stato registrato dalla cantante irlandese quando era all'apice della sua carriera. L'album Ŕ stato per ben 56 settimane in vetta alle classifiche musicali irlandesi ed ha fatto guadagnare all'artista una visibilitÓ internazionale. La canzone "No Frontiers" di Jimmy MacCarthy Ŕ diventata una sorta di classico irlandese, mentre "Past the Point of Rescue" di Mick Hanly Ŕ stato definito dal cantante folk americano Hal Ketchum "un enorme successo country nel 1991". Entrambe le canzoni sono superbe e le interpretazioni di Mary Black sono assolutamente straordinarie. "Carolina Rua" di Thom Moore e "Vanities" di Noel Brazil sono pezzi molto famosi, ma sono il pi¨ oscuro "Columbus" e l'affascinante "Fat Valley of Pain", entrambi di Brazil, che davvero mostrano tutta la profonditÓ del disco. "No Frontiers" Ŕ un'ottima introduzione alla musica di Mary Black, il giusto mix di folk e contemporaneo ed uno dei migliori album irlandesi degli anni '80.
anche disponibiliemissione del 28 Giugno 2021