ABBAYE DE SOLESMES :  LITURGIE LATINE  (SOLESMES)

mid-price - Fondata nel 1010, l'Abbazia di Solesmes in Francia è uno dei più antichi ed importanti siti monastici europei che ospita anche ai nostri giorni una larga comunità di frati assorti nella preghiera, nello studio e nel lavoro come stabilito dalla regola che San Benedetto scrisse nel VI secolo. Una delle occupazioni dei monaci dell'Abbazia di Solesmes è preservare il canto gregoriano, facilitati dall'archivio e dalla tradizione millenaria del convento, diffondendo una delle principali forme musicali dell'alto medioevo: il canto gregoriano è un repertorio che raccoglie i canti sacri utilizzati nel corso delle diverse liturgie della Chiesa Cattolica, una tradizione musicale che risale al V e VI secolo costruita con testi latini tratti dalle sacre scritture che ha l'obiettivo di favorire la crescita spirituale, rivelare i doni del Signore ed illustrare il messaggio del Cristianesimo. Da secoli i cori dei monaci di Solesmes sono conosciuti per la loro straordinaria bellezza ed ora l'Abbazia è orgogliosa di presentare al pubblico una ricca selezione di registrazioni, in bellissime confezioni digipack, che testimoniano perché le melodie del coro di questi monaci siano considerate le più belle e profonde con interpretazioni perfette che ricreano le stesse sonorità che avremmo sentito risuonare nel convento dieci secoli fa. I canti contenuti in Liturgie Latine risalgono al periodo che spazia tra il X ed il XIII secolo (Rorate ed il Credo III addirittura al XVII secolo) e quindi si tratta di un repertorio molto più recente di quello del periodo d'oro del canto gregoriano (VIII e IX secolo), ma tuttavia di grande rilievo non solo per la bellezza delle composizioni ma soprattutto perché si tratta dei canti gregoriani della Liturgia Latina che si potevano sentire in alcune chiese fino a non troppi anni fa e come per Adoro Te, Tantum Ergo, Kyrie, Gloria e Ave Maria, familiari a moltissimi. La speranza dei monaci dell'Abbazia di Solesmes è di aiutare a diffondere nuovamente questi canti nei Servizi domenicali visto che sono facili da interpretare anche da non specialisti: certamente non un'operazione di recupero, per quanto di grande rilievo, di frammenti culturali di un'altra era, ma piuttosto la riscoperta di un immortale patrimonio culturale di straordinaria bellezza che crea un'atmosfera di grande solennità e serenità.
ABBAYE DE SOLESMES
LITURGIE LATINE
SOLESMES - 2xCD: SN 11
mid-price - Fondata nel 1010, l'Abbazia di Solesmes in Francia è uno dei più antichi ed importanti siti monastici europei che ospita anche ai nostri giorni una larga comunità di frati assorti nella preghiera, nello studio e nel lavoro come stabilito dalla regola che San Benedetto scrisse nel VI secolo. Una delle occupazioni dei monaci dell'Abbazia di Solesmes è preservare il canto gregoriano, facilitati dall'archivio e dalla tradizione millenaria del convento, diffondendo una delle principali forme musicali dell'alto medioevo: il canto gregoriano è un repertorio che raccoglie i canti sacri utilizzati nel corso delle diverse liturgie della Chiesa Cattolica, una tradizione musicale che risale al V e VI secolo costruita con testi latini tratti dalle sacre scritture che ha l'obiettivo di favorire la crescita spirituale, rivelare i doni del Signore ed illustrare il messaggio del Cristianesimo. Da secoli i cori dei monaci di Solesmes sono conosciuti per la loro straordinaria bellezza ed ora l'Abbazia è orgogliosa di presentare al pubblico una ricca selezione di registrazioni, in bellissime confezioni digipack, che testimoniano perché le melodie del coro di questi monaci siano considerate le più belle e profonde con interpretazioni perfette che ricreano le stesse sonorità che avremmo sentito risuonare nel convento dieci secoli fa. I canti contenuti in "Liturgie Latine" risalgono al periodo che spazia tra il X ed il XIII secolo (Rorate ed il Credo III addirittura al XVII secolo) e quindi si tratta di un repertorio molto più recente di quello del periodo d'oro del canto gregoriano (VIII e IX secolo), ma tuttavia di grande rilievo non solo per la bellezza delle composizioni ma soprattutto perché si tratta dei canti gregoriani della Liturgia Latina che si potevano sentire in alcune chiese fino a non troppi anni fa e come per Adoro Te, Tantum Ergo, Kyrie, Gloria e Ave Maria, familiari a moltissimi. La speranza dei monaci dell'Abbazia di Solesmes è di aiutare a diffondere nuovamente questi canti nei Servizi domenicali visto che sono facili da interpretare anche da non specialisti: certamente non un'operazione di recupero, per quanto di grande rilievo, di frammenti culturali di un'altra era, ma piuttosto la riscoperta di un immortale patrimonio culturale di straordinaria bellezza che crea un'atmosfera di grande solennità e serenità.
anche disponibiliemissione del 15 Luglio 2004