GROMER KHAN AL :  SPACE HOTEL  (NEW EARTH)

Basato sulle ipnotiche danze sufi capaci di indurre un profondo stato di trance, i paesaggi minimalisti di Space Hotel seducono l'attenzione dell'ascoltatore piuttosto che sopraffarla. Puro distillato di visioni proibite, illusioni e sogni, l'ultimo album di Al Gromer Khan  figlio della notte: nel buio il sitar prende corpo sul prezioso sfondo creato dalle impalpabili ed eteree melodie del sintetizzatore, unite a vellutate percussioni, flebili voci e alle delicate note della viola da gamba. Come nella pratica dei dervisci roteanti, Space Hotel mette in contatto il mondo materiale con quello spirituale espandendo la mente e la percezione di chi ascolta.
GROMER KHAN AL
SPACE HOTEL
NEW EARTH - CD: NE 96012
Basato sulle ipnotiche danze sufi capaci di indurre un profondo stato di trance, i paesaggi minimalisti di "Space Hotel" seducono l'attenzione dell'ascoltatore piuttosto che sopraffarla. Puro distillato di visioni proibite, illusioni e sogni, l'ultimo album di Al Gromer Khan figlio della notte: nel buio il sitar prende corpo sul prezioso sfondo creato dalle impalpabili ed eteree melodie del sintetizzatore, unite a vellutate percussioni, flebili voci e alle delicate note della viola da gamba. Come nella pratica dei dervisci roteanti, "Space Hotel" mette in contatto il mondo materiale con quello spirituale espandendo la mente e la percezione di chi ascolta.
anche disponibiliemissione del 15 Aprile 2007