BENOIT TAG :  NIGHT TRAIN TO NASHVILLE  (TELARC)

Di pelle bianca ma nero nell'anima, il chitarrista e cantante Tab Benoit può ormai essere considerato una delle punte di diamante del ricco catalogo blues della Telarc, benché la sua entrata in questa prestigiosa scuderia sia relativamente recente. Il primo contatto tra Benoit e l'etichetta, infatti, risale al 1999, in occasione dell'incisione dell'album collettivo Homesick for the Road, in compagnia di altri chitarristi di talento quali Kenny Neal e Debbie Davies. Del 2002 è, invece, il primo album a suo nome di Tab Benoit, Wetlands, seguito lo stesso anno da Whiskey Store, firmato in coppia con Jimmy Tackery. Nel 2003 è stata la volta di Sea Saint Sessions e nel 2004 di Whiskey Store Live, vibrante testimonianza di una performance tenuta nel marzo dell'anno precedente con lo stesso Jimmy Tackery allo Unity Centre for Perfming Arts, nel Maine. Oggi Benoit presenta il suo nuovo lavoro, Night Train To Nashville, prodotto da David Z, già produttore di Prince e Etta James. Ex istruttore di volo, Tab Benoit ha lasciato le prodezze aeree per le escursioni tra le corde della sua chitarra elettrica e dimostra di aver raggiunto un suono maturo e corposo che non lo fa di certo rimpiangere di aver lasciato i panni del pilota. Nato nella profonda Louisiana una trentina d'anni fa, Tab costruisce la sua musica tra un misto di calore dell'estremo Delta mescolato a una sensibilità musicale che lo ha portato a un suono chitarristico cristallino e variegato, ma sempre puntuale ed incisivo nel fraseggiare con cura l'andamento melodico dei brani. Ci troviamo di fronte a un disco molto convincente in cui Tab Benoit beneficia del supporto dei Louisiana Le Roux con ospiti come Jimmy Hall (Wet Willie), Kim Wilson (Fab Thunderbirds), Waylon Thibodeaux, Johnny Sansone e Jim Lauderdale. Un disco di blues elettrico, coi profumi del bayou, come non si sentiva da tempo.
BENOIT TAG
NIGHT TRAIN TO NASHVILLE
TELARC - CD: TELCD 83674
Di pelle bianca ma nero nell'anima, il chitarrista e cantante Tab Benoit può ormai essere considerato una delle punte di diamante del ricco catalogo blues della Telarc, benché la sua entrata in questa prestigiosa scuderia sia relativamente recente. Il primo contatto tra Benoit e l'etichetta, infatti, risale al 1999, in occasione dell'incisione dell'album collettivo "Homesick for the Road", in compagnia di altri chitarristi di talento quali Kenny Neal e Debbie Davies. Del 2002 è, invece, il primo album a suo nome di Tab Benoit, "Wetlands", seguito lo stesso anno da "Whiskey Store", firmato in coppia con Jimmy Tackery. Nel 2003 è stata la volta di "Sea Saint Sessions" e nel 2004 di "Whiskey Store Live", vibrante testimonianza di una performance tenuta nel marzo dell'anno precedente con lo stesso Jimmy Tackery allo Unity Centre for Perfming Arts, nel Maine. Oggi Benoit presenta il suo nuovo lavoro, "Night Train To Nashville", prodotto da David Z, già produttore di Prince e Etta James. Ex istruttore di volo, Tab Benoit ha lasciato le prodezze aeree per le escursioni tra le corde della sua chitarra elettrica e dimostra di aver raggiunto un suono maturo e corposo che non lo fa di certo rimpiangere di aver lasciato i panni del pilota. Nato nella profonda Louisiana una trentina d'anni fa, Tab costruisce la sua musica tra un misto di calore dell'estremo Delta mescolato a una sensibilità musicale che lo ha portato a un suono chitarristico cristallino e variegato, ma sempre puntuale ed incisivo nel fraseggiare con cura l'andamento melodico dei brani. Ci troviamo di fronte a un disco molto convincente in cui Tab Benoit beneficia del supporto dei Louisiana Le Roux con ospiti come Jimmy Hall (Wet Willie), Kim Wilson (Fab Thunderbirds), Waylon Thibodeaux, Johnny Sansone e Jim Lauderdale. Un disco di blues elettrico, coi profumi del bayou, come non si sentiva da tempo.
anche disponibiliemissione del 21 Maggio 2012