ANZOVINO REMO :  TABU'  (ODD TIMES)

Remo Anzovino è tra i più giovani, sorprendenti ed originali compositori in circolazione oggi in Italia. Un innovatore, a detta di molti critici. Tabù è il suo secondo album dopo il successo di Dispari risalente a due anni fa. La sua musica affonda le radici nel passato così come nell'assoluto presente, figlia di questo tempo contaminato e meticcio che ha bisogno però di profonde radici popolari. Musica fatta, scritta e prodotta anche sostanzialmente per ballare. Non è un caso infatti che Radio Deejay nel programma B sides da oltre un anno continui a trasmettere le sue composizioni e lo abbia anche invitato live a suonare, così come è successo con molte altre stazioni radiofoniche. Non è un caso che siano sempre di più i festival musicali che chiedono il suo spettacolo e la sua musica: dal Ravello Festival, a Umbria Jazz Winter, da Villa Ada Incontra il Mondo a Radioincontri di Riva del Garda, dall'Auditorium Parco della Musica al Festival delle Colline, dal Napoli Jazz Festival all'Italian Dvd Awards fino alla scorsa Mostra del cinema di Venezia dove ha tenuto un grande concerto dentro una delle sale del mitico Hotel Excelsior su invito dell'Ente dello Spettacolo. Nel disco partecipano oltre ai due fedelissimi Marco Anzovino alla chitarre e Gianni Fassetta alla fisarmonica, alcuni musicisti della stessa generazione di Anzovino, talenti in crescita il cui percorso si è già affiancato al suo, provenienti sia dal mondo del jazz che della musica popolare e contemporanea come Danilo Gallo al basso acustico ed elettrico, Uti Gandhi alla batteria e percussioni, Mauro Ottolini al trombone e Nevio Zaninotto al sax soprano.
ANZOVINO REMO
TABU'
ODD TIMES - CD: OTR 4
Remo Anzovino è tra i più giovani, sorprendenti ed originali compositori in circolazione oggi in Italia. Un innovatore, a detta di molti critici. "Tabù" è il suo secondo album dopo il successo di "Dispari" risalente a due anni fa. La sua musica affonda le radici nel passato così come nell'assoluto presente, figlia di questo tempo contaminato e meticcio che ha bisogno però di profonde radici popolari. Musica fatta, scritta e prodotta anche sostanzialmente per ballare. Non è un caso infatti che Radio Deejay nel programma B sides da oltre un anno continui a trasmettere le sue composizioni e lo abbia anche invitato live a suonare, così come è successo con molte altre stazioni radiofoniche. Non è un caso che siano sempre di più i festival musicali che chiedono il suo spettacolo e la sua musica: dal Ravello Festival, a Umbria Jazz Winter, da Villa Ada Incontra il Mondo a Radioincontri di Riva del Garda, dall'Auditorium Parco della Musica al Festival delle Colline, dal Napoli Jazz Festival all'Italian Dvd Awards fino alla scorsa Mostra del cinema di Venezia dove ha tenuto un grande concerto dentro una delle sale del mitico Hotel Excelsior su invito dell'Ente dello Spettacolo. Nel disco partecipano oltre ai due fedelissimi Marco Anzovino alla chitarre e Gianni Fassetta alla fisarmonica, alcuni musicisti della stessa generazione di Anzovino, talenti in crescita il cui percorso si è già affiancato al suo, provenienti sia dal mondo del jazz che della musica popolare e contemporanea come Danilo Gallo al basso acustico ed elettrico, Uti Gandhi alla batteria e percussioni, Mauro Ottolini al trombone e Nevio Zaninotto al sax soprano.
anche disponibiliemissione del 15 Ottobre 2008