ARRIALE LYNNE :  NUANCE  (IN & OUT)

Di formazione classica, la pianista e compositrice Lynne Arriale si è accostata al jazz attraverso la profonda ammirazione che nutre da sempre nei confronti di Herbie Hancock e Keith Jarrett. Quando si è dedicata alla musica afroamericana e all'improvvisazione aveva dunque nel proprio bagaglio, oltre a un'approfondita preparazione teorica, un tocco elegante e capace di esprimere sfumature eccellenti di timbro e intensità. Queste qualità accostano il suo stile a quello di grandi stilisti del piano, come Red Garland e Bill Evans, che la Arriale fonde in modo delizioso e consapevole nel proprio linguaggio. Molto apprezzata dalla critica internazionale, il suo approccio allo strumento è stato definito riflessivo, appassionato, genuino, con un particolare equilibrio tra grazia fisica e profondità emotiva. Doti che le permettono di affrontare in modo personale e con grande musicalità alcune perle della canzone americana, ma anche artisti come Monk, i Beatles o il Bruno Martino di Estate. Fin dagli anni '90 la pianista guida proprie formazioni, tra le quali il trio formato con Jay Anderson al contrabbasso e Steve Davis alla batteria. In Nuance, il suo nuovo album, la Arriale affronta con coraggio un livello ancora superiore della propria carriera artistica. Tanto per cominciare, al fianco della pianista spicca il nome di George Mraz, uno dei contrabbassisti più versatili e sensibili della scena moderna, erede della robustezza e della qualità melodica che furono di Oscar Pettiford, Paul Chambers e Ray Brown, collaboratore di grandi pianisti come Bill Evans, Hank Jones e Tommy Flanagan. Allo stesso modo brilla il nome di Randy Brecker, trombettista dal carattere vigoroso ed eclettico, forse più conosciuto dal pubblico per le sue scorribande nel campo della fusion, insieme al compianto fratello Michael. Il quartetto si completa con il batterista Anthony Pinciotti con cui la Arriale ha già avuto modo di collaborare in passato. In questo contesto Lynne Arriale ha occasione di mettere pienamente in luce il proprio talento come solista e che ben si esplicita in tutto il disco.
ARRIALE LYNNE
NUANCE
IN & OUT - 2xCD: IOR 770892
Di formazione classica, la pianista e compositrice Lynne Arriale si è accostata al jazz attraverso la profonda ammirazione che nutre da sempre nei confronti di Herbie Hancock e Keith Jarrett. Quando si è dedicata alla musica afroamericana e all'improvvisazione aveva dunque nel proprio bagaglio, oltre a un'approfondita preparazione teorica, un tocco elegante e capace di esprimere sfumature eccellenti di timbro e intensità. Queste qualità accostano il suo stile a quello di grandi stilisti del piano, come Red Garland e Bill Evans, che la Arriale fonde in modo delizioso e consapevole nel proprio linguaggio. Molto apprezzata dalla critica internazionale, il suo approccio allo strumento è stato definito riflessivo, appassionato, genuino, con un particolare equilibrio tra grazia fisica e profondità emotiva. Doti che le permettono di affrontare in modo personale e con grande musicalità alcune perle della canzone americana, ma anche artisti come Monk, i Beatles o il Bruno Martino di "Estate". Fin dagli anni '90 la pianista guida proprie formazioni, tra le quali il trio formato con Jay Anderson al contrabbasso e Steve Davis alla batteria. In "Nuance", il suo nuovo album, la Arriale affronta con coraggio un livello ancora superiore della propria carriera artistica. Tanto per cominciare, al fianco della pianista spicca il nome di George Mraz, uno dei contrabbassisti più versatili e sensibili della scena moderna, erede della robustezza e della qualità melodica che furono di Oscar Pettiford, Paul Chambers e Ray Brown, collaboratore di grandi pianisti come Bill Evans, Hank Jones e Tommy Flanagan. Allo stesso modo brilla il nome di Randy Brecker, trombettista dal carattere vigoroso ed eclettico, forse più conosciuto dal pubblico per le sue scorribande nel campo della fusion, insieme al compianto fratello Michael. Il quartetto si completa con il batterista Anthony Pinciotti con cui la Arriale ha già avuto modo di collaborare in passato. In questo contesto Lynne Arriale ha occasione di mettere pienamente in luce il proprio talento come solista e che ben si esplicita in tutto il disco.
anche disponibiliemissione del 01 Aprile 2009