GOODMAN BENNY :  THE SOUND OF MUSIC  (AMERICAN JAZZ CLASSICS)

Lo spettacolo di Richard Rodgers e Oscar Hammerstein II The Sound of Music debuttò a Broadway al Lunt-Fontane Theatre il 16 novembre 1959. La registrazione di Benny Goodman della partitura del musical è stata effettuata solo quattro giorni più tardi, il 20 novembre. Probabilmente l'album era stato pensato come strumento per promuovere lo spettacolo, che in effetti ebbe un grande successo a Broadway e fu portato anche sul grande schermo nel 1965 con Julie Andrews come protagonista. La sessione di registrazione di Benny Goodman era stata effettivamente prevista per il 11 e 12 novembre (cioè un paio di giorni prima del debutto dello spettacolo), ma a quanto pare Goodman non fu soddisfatto di quella registrazione, tutto il materiale registrato durante quei due giorni fu scartato ed è presumibilmente andato perduto. Quasi tutte le melodie composte per quello spettacolo sarebbero diventate molto popolari, e una sarebbe diventata anche uno standard jazz: My Favorite Things. Quella di Goodman è la prima versione jazz conosciuta di questo brano che sarebbe stato interpretato in seguito da molti altri jazzisti. Uno su tutti John Coltrane, che appena un anno dopo pubblicò l'album omonimo segnando un capitolo fondamentale della storia del jazz. L'album di Goodman viene proposto per la prima volta in cd.
GOODMAN BENNY
THE SOUND OF MUSIC
AMERICAN JAZZ CLASSICS - CD: AJC 99010
Lo spettacolo di Richard Rodgers e Oscar Hammerstein II "The Sound of Music" debuttò a Broadway al Lunt-Fontane Theatre il 16 novembre 1959. La registrazione di Benny Goodman della partitura del musical è stata effettuata solo quattro giorni più tardi, il 20 novembre. Probabilmente l'album era stato pensato come strumento per promuovere lo spettacolo, che in effetti ebbe un grande successo a Broadway e fu portato anche sul grande schermo nel 1965 con Julie Andrews come protagonista. La sessione di registrazione di Benny Goodman era stata effettivamente prevista per il 11 e 12 novembre (cioè un paio di giorni prima del debutto dello spettacolo), ma a quanto pare Goodman non fu soddisfatto di quella registrazione, tutto il materiale registrato durante quei due giorni fu scartato ed è presumibilmente andato perduto. Quasi tutte le melodie composte per quello spettacolo sarebbero diventate molto popolari, e una sarebbe diventata anche uno standard jazz: "My Favorite Things". Quella di Goodman è la prima versione jazz conosciuta di questo brano che sarebbe stato interpretato in seguito da molti altri jazzisti. Uno su tutti John Coltrane, che appena un anno dopo pubblicò l'album omonimo segnando un capitolo fondamentale della storia del jazz. L'album di Goodman viene proposto per la prima volta in cd.
anche disponibiliemissione del 22 Febbraio 2010